Un minuto sul Vangelo di oggi (14/04/2016)

questo è il mio corpoDal momento che è la Parola a commentare la Parola, facciamolo.

Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo

Il Padre ha tanto amato il mondo da dare il Suo Figlio Unigenito

Come il Padre ha mandato me, anch’io mando voi. Dopo aver detto questo, alitò su di loro e disse: «Ricevete lo Spirito Santo

Ecco insieme elezione e salvezza. Elezione di alcuni per la salvezza di tutti. Questo il cuore dell’operare di Dio da sempre. Il cuore della nostra fede. Scegliere qualcuno per beneficiare tutti. Un mondo tanto amato dal Padre a tal punto da dare il Suo Figlio e noi eletti, scelti, per diventare, uniti a Lui carne della Sua Carne, una carne data per la Vita Eterna di tutti gli altri uomini. Anticipiamo un versetto, allora, del Vangelo di domani a suggello di questa verità centrale per la salvezza del mondo. Come il Padre, che ha la vita, ha mandato me e io vivo per il Padre, così anche colui che mangia di me vivrà per me.

di Padre Maurizio Botta

Vangelo   Gv 6, 44-51
Dal vangelo secondo Giovanni
In quel tempo, disse Gesù alla folla: «Nessuno può venire a me, se non lo attira il Padre che mi ha mandato; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno. Sta scritto nei profeti: “E tutti saranno istruiti da Dio”. Chiunque ha ascoltato il Padre e ha imparato da lui, viene a me. Non perché qualcuno abbia visto il Padre; solo colui che viene da Dio ha visto il Padre. In verità, in verità io vi dico: chi crede ha la vita eterna. Io sono il pane della vita. I vostri padri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti; questo è il pane che discende dal cielo, perché chi ne mangia non muoia. Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo».

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

About admin