Sabato della XIV settimana del Tempo Ordinario

Omelia 2017

Audio Omelia

 

Continua il discorso sulla persecuzione.

Se hanno chiamato Beelzebùl il padrone di casa, quanto più i suoi familiari!

Hanno calunniato Gesù, dicendo che era pazzo, addirittura, dicendo che agiva così perché guidato dal Male… Questa cosa continuerà a esserci. Oggi forse più sottile, ma non meno violenta: “Sei eccessivo con la tua vita di preghiera, non stai esagerando? Non stai scappando? E poi la Chiesa è male… è piena di male! Quello che chiede Cristo non solo è impossibile, ma è contro il bene dell’uomo, è contro la sua felicità!”

Quello che vi dico nelle tenebre ditelo nella luce, e quello che ascoltate all’orecchio predicatelo sui tetti.

Un annuncio sempre più forte, sempre più audace, sempre più senza paura delle conseguenze. Questo coraggio cresce in misura dell’esperienza della forza dello Spirito Santo in noi, è stato così anche per i discepoli.

E non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l’anima

Questo annuncio pubblico sempre più trasparente attira e suscita reazioni violente. Non abbiate paura!

Quanto a voi, perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati; non abbiate dunque timore: voi valete più di molti passeri!

Ci è garantita una Provvidenza, uno sguardo acutissimo del Padre sui discepoli del Figlio Suo.

Vangelo   Mt 10, 24-33
Dal vangelo secondo Matteo
In quel tempo, disse Gesù ai suoi apostoli:
«Un discepolo non è più grande del maestro, né un servo è più grande del suo signore; è sufficiente per il discepolo diventare come il suo maestro e per il servo come il suo signore. Se hanno chiamato Beelzebùl il padrone di casa, quanto più quelli della sua famiglia! Non abbiate dunque paura di loro, poiché nulla vi è di nascosto che non sarà svelato né di segreto che non sarà conosciuto. Quello che io vi dico nelle tenebre voi ditelo nella luce, e quello che ascoltate all’orecchio voi annunciatelo dalle terrazze. E non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l’anima; abbiate paura piuttosto di colui che ha il potere di far perire nella Geènna e l’anima e il corpo. Due passeri non si vendono forse per un soldo? Eppure nemmeno uno di essi cadrà a terra senza il volere del Padre vostro. Perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati. Non abbiate dunque paura: voi valete più di molti passeri! Perciò chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch’io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli; chi invece mi rinnegherà davanti agli uomini, anch’io lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli».   

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

About admin