Mercoledì della XXI settimana del Tempo Ordinario

All’esterno apparite giusti davanti alla gente, ma dentro siete pieni di ipocrisia e di iniquità

Io non voglio essere così. Chiedo la Grazia di Dio, lo Spirito Santo per essere vero, per non essere attore, per non avere una maschera.

Il Signore della pace vi dia la pace sempre e in ogni modo.

Solo in questa trasparenza c’è Pace di Dio. Il Dono di Dio, lo Spirito del Dio della Pace, dona la Sua Pace che è inconciliabile con l’ipocrisia. Perché questa mancanza di verità, di trasparenza, di semplicità? Perché a trasparenza non è scontata. È desiderabile, ma non è a buon mercato. Grande Dante che descrive la bolgia degli ipocriti vestiti come monaci di Cluny con pesanti cappe sulla testa esternamente dorate e lucenti dentro fatte tutte di piombo in modo tale da camminare lentissimi. Portano per l’eternità il peso della maschera.

 

Vangelo  Mt 23,27-32

+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù parlò dicendo: «Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che assomigliate a sepolcri imbiancati: all’esterno appaiono belli, ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni marciume. Così anche voi: all’esterno apparite giusti davanti alla gente, ma dentro siete pieni di ipocrisia e di iniquità. Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che costruite le tombe dei profeti e adornate i sepolcri dei giusti, e dite: “Se fossimo vissuti al tempo dei nostri padri, non saremmo stati loro complici nel versare il sangue dei profeti”. Così testimoniate, contro voi stessi, di essere figli di chi uccise i profeti. Ebbene, voi colmate la misura dei vostri padri».

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

About admin