Venerdì della II settimana di Avvento

come-gestire-i-capricci-dei-bambini_cb3dbc351c99ca3acd63f723025b51e4Audio Omelia 2016

Audio Omelia 2017

Avvento tempo per astenersi. Cosa devo non-fare, per fare l’unica cosa necessaria.

Avvento tempo di astensione dai capricci. Gesù accusa di questo i suoi contemporanei di essere teologicamente come bambini capricciosi. Pronti a escludere dal loro orizzonte sia la serietà ascetica di Giovanni Battista , quanto la misericordia radicale di Gesù. C’è sempre il modo di rifiutare la Sapienza di Dio. C’è sempre un particolare su cui è possibile impuntarsi per escluderLa. Gesù ci ricorda che la stessa Sapienza di Dio può avere manifestazioni apparentemente antitetiche. Sapienza di Dio è il digiuno così come Sapienza di Dio è l’intimità conviviale, non complice, concessa a chi è pubblicamente peccatore, ma perché questo peccatore si converta. Umana sapienza è disprezzare ogni rinuncia fatta per Dio. Se è per la vanità va bene qualsiasi sacrificio, per Dio, ogni fioretto è esagerazione integralista. Per la sapienza umana va bene ogni complicità ambigua, ma un’intimità sincera concessa a chi è definito da Gesù come uomo perduto con il desiderio del Bene della sua Salvezza è ugualmente accusata di fanatismo. Di pazzia. Tutto va bene purché Dio non sia mai.

di Padre Maurizio Botta

Vangelo Mt 11, 16-19
+ Dal vangelo secondo Matteo
In quel tempo, Gesù disse alle folle: «A chi posso paragonare questa generazione? È simile a bambini che stanno seduti in piazza e, rivolti ai compagni, gridano: “Vi abbiamo suonato il flauto e non avete ballato, abbiamo cantato un lamento e non vi siete battuti il petto!”. È venuto Giovanni, che non mangia e non beve, e dicono: “È indemoniato”. È venuto il Figlio dell’uomo, che mangia e beve, e dicono: “Ecco, è un mangione e un beone, un amico di pubblicani e di peccatori”. Ma la sapienza è stata riconosciuta giusta per le opere che essa compie».

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

About admin