Giovedì della II settimana del Tempo Ordinario

????????????????????????????????????????????????????????????????Audio Omelie

18 Gennaio 2018

19 Gennaio 2017

21 Gennaio 2016

22 Gennaio 2015


Tre osservazioni fulminanti tutte impregnate del profumo del testimone oculare. Nelle parole di Marco il ricordo vivo e impressionante di Pietro. Gesù che chiede di tenergli pronta una barca, a causa della folla, perché non lo schiacciassero, perché a causa del passaparola generatosi quanti avevano qualche male si gettavano su di lui per toccarlo. Addirittura annota Marco gli spiriti impuri, quando lo vedevano, cadevano ai suoi piedi e gridavano: «Tu sei il Figlio di Dio!». Da tutto il racconto emerge la forza straripante di Cristo, taumaturgo ed esorcista, Figlio di Dio, vero Dio e vero uomo.

Questa mattina trasformiamo queste immagini di vera storia accaduta in preghiera per noi.

Gesù, che continui ad essere lo stesso ieri oggi sempre, aumenta in me e in tutte quelli che leggono ed ascoltano la fede nella tua forza!

Vangelo Mc 3, 7-12
Dal vangelo secondo Marco
In quel tempo, Gesù, con i suoi discepoli si ritirò presso il mare e lo seguì molta folla dalla Galilea. Dalla Giudea e da Gerusalemme, dall’Idumea e da oltre il Giordano e dalle parti di Tiro e Sidòne, una grande folla, sentendo quanto faceva, andò da lui. Allora egli disse ai suoi discepoli di tenergli pronta una barca, a causa della folla, perché non lo schiacciassero. Infatti aveva guarito molti, cosicché quanti avevano qualche male si gettavano su di lui per toccarlo. Gli spiriti impuri, quando lo vedevano, cadevano ai suoi piedi e gridavano: «Tu sei il Figlio di Dio!». Ma egli imponeva loro severamente di non svelare chi egli fosse.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

About admin