Venerdì della XXI settimana del Tempo Ordinario

Vegliate dunque, perché non sapete né il giorno né l’ora …

Sai che arriva, è certo che arriva come l’arrivo dello sposo a prendere la sposa per la festa di nozze. Fare le cose normali per esprimere questa certezza del suo arrivo.

Un grande arrivo , è un grande giorno, è un a grande ora. Ma per chi lo aspetta. Arriva lo Sposo, ovvero il massimo . Di tutto, della festa, dell’intimità, della gioia, della soddisfazione. Il massimo della festa e dell’eccitazione dove tutto era pronto per i festeggiamenti. Aria elettrizzante. Le stolte esprimono una assurda non attesa. Un onore immenso era stato loro accordato. Quella era un’attesa rituale dove l’unica cosa da fare era punto attendere quell’arrivo. Non portare i vasetti di olio era un gesto che portava gli ascoltatori di Gesù a esclamare sorridendo: “ Che stupide, proprio delle sceme!”. Una vera stoltezza, perché se c’è una cosa certa è che lo sposo arriverà.

Le parole di Gesù non è che non sono chiare, sovente non sono chiare perché ci fanno paura, ci mettono tutti in discussione. E se morissi oggi? E adesso toccati pure.

 

Vangelo  Mt 25,1-13

+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola: «Il regno dei cieli sarà simile a dieci vergini che presero le loro lampade e uscirono incontro allo sposo. Cinque di esse erano stolte e cinque sagge; le stolte presero le loro lampade, ma non presero con sé l’olio; le sagge invece, insieme alle loro lampade, presero anche l’olio in piccoli vasi. Poiché lo sposo tardava, si assopirono tutte e si addormentarono.

A mezzanotte si alzò un grido: “Ecco lo sposo! Andategli incontro!”. Allora tutte quelle vergini si destarono e prepararono le loro lampade. Le stolte dissero alle sagge: “Dateci un po’ del vostro olio, perché le nostre lampade si spengono”. Le sagge risposero: “No, perché non venga a mancare a noi e a voi; andate piuttosto dai venditori e compratevene”. Ora, mentre quelle andavano a comprare l’olio, arrivò lo sposo e le vergini che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa. Più tardi arrivarono anche le altre vergini e incominciarono a dire: “Signore, signore, aprici!”. Ma egli rispose: “In verità io vi dico: non vi conosco”.

Vegliate dunque, perché non sapete né il giorno né l’ora».

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

About admin