Giorno per giorno (Giuseppe Ungaretti)

Giuseppe_Ungaretti_1Giorno per giorno (da Il dolore di Giuseppe Ungaretti)

Francesca Golia ha deciso di salvare nella sua “cassaforte impermeabile” questa poesia di Giuseppe Ungaretti. Ci ha raccontato il perchè con queste parole.

“La poesia è stata scritta per la morte del figlio a cui il padre atrocemente sopravvive. La poesia dice questo “continuo schianto”, ma anche la consolazione di sentire il figlio sempre accanto e la speranza di poterlo raggiungere un giorno. La parola poetica non cede al dolore, non lo sublima, ma lo trasfigura.”

Antologia completa.

 

 


Giorno per giorno

  1. “Nessuno, mamma, ha mai sofferto tanto…”
    E il volto già scomparso
    Ma gli occhi ancora vivi
    Dal guanciale volgeva alla finestra,
    E riempivano passeri la stanza
    Verso le briciole dal babbo sparse
    Per distrarre il suo bimbo…
  2. Ora potrò baciare solo in sogno
    Le fiduciose mani…
    E discorro, lavoro,
    Sono appena mutato, temo, fumo…
    Come si può ch’io regga a tanta notte?…
  3. Mi porteranno gli anni
    Chissà quali altri orrori,
    Ma ti sentivo accanto,
    M’avresti consolato…
  4. Mai, non saprete mai come m’illumina
    L’ombra che mi si pone a lato, timida,
    Quando non spero più…
  5. Ora dov’è, dov’è l’ingenua voce
    Che in corsa risuonando per le stanze
    Sollevava dai crucci un uomo stanco?
    La terra l’ha disfatta, la protegge
    Un passato di favola…
  6. Ogni altra voce è un’eco che si spegne
    Ora che una mi chiama
    Dalle vette immortali….
  7. In cielo cerco il tuo felice volto,
    Ed i miei occhi in me null’altro vedano
    Quando anch’essi vorrà chiudere Iddio…
  8. E t’amo, t’amo, ed è continuo schianto!…
  9. Sono tornato ai colli, ai pini amati
    E del ritmo dell’aria il patrio accento
    Che non riudrò con te,
    Mi spezza ad ogni soffio..
  10. Non più furori reca a me l’estate,
    Né primavera i suoi presentimenti;
    Puoi declinare, autunno,
    Con le tue stolte glorie:
    Per uno spoglio desiderio, inverno
    Distende la stagione più clemente!…

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail