Le avventure di Pinocchio (C. Collodi)

avventure-1024x783

Le avventure di Pinocchio (C. Collodi)

Franco Nembrini, Francesco Teresi, Giovanni e Carmina Donna d’Oldenico hanno deciso di salvare nella loro “cassaforte impermeabile” questo libro. Ho chiesto loro di raccontare il perchè in pochissime righe. Eccole.

“La più bella fiaba del mondo capace di tracciare un giudizio anzi, una lettura cristiana della storia dell’umanità e di ciascun uomo.” Franco Nembrini

Perché è una novella che sembra essere senza tempo, e che anche per questo si lascia leggere a sette anni, a diciassette, a trentaquattro e a settantasette sempre con stupore e sempre imparando. Soprattutto se accompagnata e compresa alla luce del seguente altro volume: Contro mastro Ciliegia, il commento alle avventure di Pinocchio che Giacomo Biffi ha pubblicato sfidando ogni scetticismo. A dimostrare che, per consapevole o no che l’autore ne sia stato, il suo romanzo parla della Chiesa e insegna creazione, caduta e redenzione meglio di tanti catechismi. Un lavoro che illumina non solo la lettura di Pinocchio, ma soprattutto la vita del lettore.” Giovanni e Carmina Donna d’Oldenico

“C’è tutto: Una coscienza che tanto somiglia alla voce di Dio; un padre che si sacrifica per il figlio; la tentazione e i tentatori; gli emissari del maligno e quelli del benigno; le buone intenzioni e le promesse non mantenute; l’inganno dei finti paradisi creati dagli uomini; le ricompense e le dure punizioni; la morte (apparente) nella pancia del mostro marino e la risurrezione e riconciliazione col padre.” Francesco Teresi

Biblioteca completa.

 

 

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail