Uomovivo (G. K. Chesterton)

uomo-vivoUomovivo  (G. K. Chesterton)

Marco Semarini ha deciso di salvare nella sua “cassaforte impermeabile” questo libro. Gli ho chiesto di raccontare il perchè in pochissime righe. Eccole.

“Questo libro è la regola di chi si vuole mantenere vivo sempre, senza mai imborghesirsi (l’imborghesimento è peggio del peccato perché è la peggior eresia che potesse infestare il globo, e Chesterton dice che è peggio l’eresia del peccato perché l’eresia crea altri peccati e invece non si deve peccare). Possa ogni lettore essere almeno un briciolo di Innocent Smith, il protagonista. Spettacolare il brano dell’arrivo a casa Beacon e quello del rettore Eames.”

Biblioteca completa.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail