Au hasard Balthazar (R. Bresson)

Au hasard Balthazar (R. Bresson)

Zingonia Zingone ha deciso di salvare nella loro “cassaforte impermeabile” questo film. Le ho chiesto di raccontare il perchè in pochissime righe. Eccole.

“Inizialmente la vita dell’asino-protagonista ti potrebbe intristire per il modo in cui fa emergere il mistero della vita umana. Non viene narrata secondo il principio di causa-effetto ma, come nella vita reale, il suo vivere quotidiano diviene significazione stessa dell’esistenza. Come tutti Balthazar passerà per le diverse tappe della vita. Sarà sottomesso a vari padroni – ognuno incarna un vizio capitale – e per lui saranno maggiori le sofferenze che le gratificazioni. Potrebbe sembrare un film esistenzialista, ma vorrei che lo vedessi come una poesia perfetta che avvicina all’essere e insegna a stare. Ti commuoveranno la dolcezza e l’umiltà dell’asino, soprattutto nella scena finale. Si risveglierà anche la tua coscienza creaturale.”

Cineteca completa.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail