Misericordia di plastica (08/12/2015)

buonismo2-544x350Omelia 2015

Audio Omelia

Questa mattina, all’alba, ancora una volta la Chiesa ci ha insegnato a pregare. Celebriamo l’immacolata Concezione di Maria: adoriamo suo figlio, Cristo Signore. L’imperativo ad adorare Gesù Cristo, donato dalla Chiesa, come forma di celebrazione più autentica per la Solennità dell’Immacolata e per il Giubileo speciale della Misericordia. Mi soffermo ad adorarlo, adorando le parole più centrali di tutta la Fede.

PRENDETE, E MANGIATENE TUTTI: QUESTO É IL MIO CORPO OFFERTO IN SACRIFICIO PER VOI. PRENDETE, E BEVETENE TUTTI: QUESTO É IL CALICE DEL MIO SANGUE PER LA NUOVA ED ETERNA ALLEANZA, VERSATO PER VOI E PER TUTTI IN REMISSIONE DEI PECCATI. FATE QUESTO IN MEMORIA DI ME.

Senza queste parole non esiste Misericordia. Sacrificio necessario non per una generica umanità, ma per me ora. Alleanza nuova ed eterna attiva qui ed adesso. Nella misura in cui relativizzo la necessità estrema per me della Misericordia di Dio resto al massimo capace di una bontà di plastica, moralistica e retorica. Odiosa agli altri. Tutta sorrisi paternalistici e moine infantili. La mia stessa fretta nel chiedere questo Sangue per diventare santo sbilanciandomi così al futuro è tante volte per non implorare per me l’indispensabile e necessario perdono qui ed ora.

Non vedo l’ora di attraversare anche io la porta santa. Per gridare a Cristo Vivente con tutto il mio essere: ho bisogno di Te! Abbiamo tutti solo bisogno di Te! Tu sei l’unica salvezza e l’unico perdono possibile per tutti. Per atei, musulmani, ebrei, buddisti. Tu solo per sempre resti l’estrema àncora di Misericordia donataci dal Padre. Per chi Ti implora e per chi Ti rifiuta, consapevolmente o inconsapevolmente o colpevolmente.

Qualcuno potrebbe dire, ma oggi è la solennità dell’Immacolata Concezione di Maria e non hai speso una parola per lei? Esattamente. Perché Maria è stata preservata dalla miserevole condizione umana segnata dal Peccato Originale non per i suoi meriti, ma per la potenza di questo Sangue. È per questo che Maria, madre della Chiesa, esulta ogni volta che adoriamo suo Figlio. In lei ogni egocentrismo è spento e può pregare con noi: celebriamo la mia immacolata Concezione adorando insieme mio figlio, Cristo Signore.

di Padre Maurizio Botta

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail