Mercoledì della V settimana di Pasqua

innesto

Audio Omelie

6 Maggio 2015


Per dare frutto occorre rimanere innestati. Versetti che spingono in una direzione sola, che  stimolano una sola domanda: “Dicci Signore, cosa dobbiamo fare per rimanere uniti a Te?” Questo rimanere è legato sempre alla realtà del portare molto frutto, non è, cioè, un rimanere fine a sé stesso, intimistico, di puro godimento tu ed io e basta, ma è un rimanere fecondo aperto, apostolico, missionario. La risposta a questa domanda la troveremo domani. Domani Gesù scende in profondità e risponde: “se vuoi rimanere in Me per portare frutto, se vuoi fare qualcosa, se non ti vuoi separare, se non vuoi seccare, se non vuoi rimanere sterile spiritualmente e umanamente, devi…” Questa domanda sospesa, ci spiega anche la posta in gioco del problema apparentemente lontano e per noi insignificante che abbiamo ascoltato oggi negli Atti degli Apostoli: Se non vi fate circoncidere secondo l’uso di Mosè, non potete esser salvi…  è necessario circonciderli e ordinar loro di osservare la legge di Mosè… La continuazione della lettura degli Atti che faremo domani ci presenterà come la Chiesa risolse questo problema e vedremo come le parole di Pietro saranno in linea con la risposta data da Gesù alla nostra domanda sospesa.

di Padre Maurizio Botta

 

 

 

 

 

 

 

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail